articolo La Voce di Mantova

 

Promossa dagli studenti mantovani la "cultura digitale"


Mantova -  Per il secondo anno gli istituti mantovani coinvolti nel progetto “Cultura in Digitale” diventano protagonisti di un ciclo di eventi organizzati all’interno di #scud2018, la Settimana delle Culture Digitali che riunisce gli eventi sul tema organizzati in tutto il territorio nazionale da lunedì 9 aprile al 15 aprile. Quest’anno la settimana nazionale delle culture digitali, giunta alla terza edizione, sarà dedicata al tema “I giovani titolari dell’Europa” e vedrà la partecipazione anche di sei licei mantovani già coinvolti nel progetto Cultura in Digitale.

Lunedì inizierà l’istituto Gonzaga di Castiglione delle Stiviere, che proseguirà il lavoro presso i Musei della Croce Rossa e di Palazzo Bondoni Pastorio di Castiglione con l’aggiunta del Collegio delle Vergini. Giovedì 12 aprile sarà il turno dell’istituto Galilei di Ostiglia che continuerà il percorso di digitalizzazione del Museo archeologico di Ostiglia, attualmente non fruibile al pubblico e parzialmente online proprio grazie all’attività degli studenti. Doppio l’appuntamento per l’istituto Manzoni di Suzzara che, dopo aver lavorato nel 2017 con la Galleria del Premio di Suzzara, si dedicherà quest’anno alla valorizzazione di Villa Galvagnina a Moglia, ad oggi ancora non fruibile. Il 13 aprile un primo incontro si svolgerà proprio nella Villa, dove alcuni esperti introdurranno le tematiche storiche e architettoniche del monumento in vista della modellazione e scansione 3D da parte degli studenti. Il secondo incontro, previsto per il 24 aprile nella scuola durante l’assemblea d’istituto, sarà invece gestito dagli studenti di quarta per gli studenti di terza. Il 13 aprile sarà anche il turno del liceo scientifico Belfiore che, grazie alla collaborazione attiva con i Musei Civici di Mantova, si cimenterà nella realizzazione di un gioco didattico ispirato alle monete risorgimentali. Alla digitalizzazione delle collezioni dei musei cittadini di Palazzo Te e San Sebastiano ha contributo anche l’istituto Fermi, che sarà protagonista di un evento il 14 aprile e che nel secondo anno di attività lavorerà con Palazzo Ducale. Il 17 aprile chiuderà il ciclo di incontri l’istituto Falcone di Asola, che in questi mesi sta proseguendo la digitalizzazione di alcune opere del museo Bellini di Asola.

(r.cro.)
La Voce di Mantova, 8 aprile 2018