Verbale assemblea Rete Alternanza Scuola–Lavoro 13/12/2016

 

Mantova, 13 dicembre 2016

Ordine del giorno:

  1. Rinnovo e stipula dell’accordo di Rete;
  2. Individuazione del D.S. in qualità di membro del Comitato Tecnico;
  3. Comunicazione relativa al contributo della Camera di Commercio a supporto della rete;
  4. Proposte di formazione;
  5. Problemi aperti:
    1. Legittimazione (o meno) delle proposte di alternanza che provengono da agenzie esterne;
    2. Obbligo visita medica per studenti in alternanza;
    3. Formazione specifica studenti in alternanza;
    4. Altro..
  6. Aggiornamento in merito al Bando “La mia alternanza”;
  7. Proposte dell’UST alle scuole della rete.

 

Il giorno 13 dicembre 2016 alle ore 14:30 si è tenuto il primo incontro di coordinamento della rete Alternanza Scuola-Lavoro provinciale, presso il Liceo Classico “Virgilio” di Via Ardigò 8, MN.

La dirigente Paola Bruschi è assente per malattia, presiede la prof.ssa Mariateresa Pigatto coordinatrice della rete e coadiuvata dalla dirigente Patrizia Mantovani.

Sono presenti i dirigenti:Pantiglioni, Bordonali, Mantovanie Villa, diversi docenti referenti alternanza degli istituti del territorio, la dott.ssa Perini per la Camera di Commercio, la dott.ssa Magnani per la provincia e la prof.ssa Papazzoni per l’UST.

Si passa alla discussione del 1° punto all’ordine del giorno:

 

  1. Rinnovo e stipula dell’accordo di Rete:

Viene posta l’attenzione sul punto dell’accordo riguardante il finanziamento della Rete da parte di Camera di Commercio, partner della Rete.

La dott.ssa Perini rende noto che grazie ad una economia del progetto “Alternanza e Placement” di euro 5.000,00, che avrebbe dovuto scadere a fine 2015, ma per il quale si è chiesto il rinnovo del termine di scadenza fino al 31-12-17, è possibile finanziare la formazione e il lavoro di coordinamento della prof.ssa Pigatto.

Il dirigente Pantiglioni pone l’attenzione sulla durata dell’accordo e propone di definire una durata di due anni, dalla sottoscrizione al 31 agosto 2018, togliendo la dicitura “con tacito rinnovo per gli anni a seguire” in quanto quest’ultima definizione non è accettabile da un C.I.

L’accordo così modificato viene posto ai voti raccogliendo l’unanimità dell’assemblea.

 

  1. Individuazione del D.S. in qualità di membro del Comitato Tecnico:

Il Comitato Tecnico prevede la partecipazione di un membro della Camera di Commercio e uno della Provincia che dovranno essere nominati dai rispettivi enti, mentre all’interno dell’assemblea si propone la dirigente Patrizia Mantovani.

La proposta viene posta a votazione e approvata all’unanimità.
 

  1. Comunicazione relativa al contributo della Camera di Commercio a supporto della rete:

Il punto è già stato trattato al punto 1 all’o.d.g.
 

  1. Proposte di formazione:

La dott.ssa Papazzoni riporta quanto discusso lunedì 12 dicembre mattina a Milano, alla riunione di coordinamento ASL della rete Lombardia:

  1. A Milano è stato presentato il bilancio del seminario residenziale organizzato a Bergamo, destinato ai docenti dei licei. E’ emersa la necessità di attivare percorsi di formazione rivolti ai dirigenti scolastici per sensibilizzarli al tema alternanza, mentre una priorità per la formazione per i docenti è il tema della valutazione.
  2. La rete alternanza, essendo una rete di scopo, dipenderà, per i finanziamenti destinati alla formazione, previa presentazione di un progetto formativo, dalle due scuole capofila delle reti di Ambito  e dalle due scuole capofila per la formazione del territorio mantovano. Ad oggi sono state individuate solo le scuole capofila per la formazione (IS Galilei di Ostiglia – IC Castel Goffredo).
  3. Il coordinatore ASL della rete lombarda ha suggerito agli UST, in sinergia con le reti territoriali, di effettuare una rilevazione dei bisogni formativi al fine di proporre percorsi di formazione a livello territoriale rivolti sia ai DS sia ai docenti.

L’UST, in continuità con le iniziative del MIUR e dell’USR Lombardia, ha siglato, protocolli d’intesa con gli ordini professionali, le associazioni di categoria, le aziende.  Ad oggi sono stati firmati i seguenti protocolli d’intesa con: Ordine degli Avvocati, Ordine dei geometri, Confartigianato, Belleli Energy; è in fase di stipula il protocollo d’intesa con Confcooperative. Tutti i protocolli fino ad oggi firmati sono reperibili sul sito dell’AT Mantova nella sezione “Protocolli d’Intesa”.

Tra le proposte dell’UST: un incontro tra i rappresentanti dei sottoscrittori dei protocolli d’intesa e le scuole per individuare strategie e progettare dei percorsi condivisi.

E’ in fase di studio e progettazione, da parte dell’ Ust, un percorso sul “public speaking” destinato agli studenti al fine di sviluppare competenze comunicative e relazionali, individuate come  priorità nell’ambito delle soft skills.

La prof.ssa Papazzoni propone un corso di presentazione per l’utilizzo della piattaforma CONFAO, predisposta per la gestione dell’impresa Formativa Simulata. L’USR ha stipulato con Confao un protocollo d’intesa e l’istituto Tosi, capofila della rete Alternanza Regionale, si è impegnato a contribuire per il pagamento di ogni IFS che si registrerà sulla piattaforma.

Sul sito dell’USR è apparsa la comunicazione relativa alla manifestazione di interesse rivolta a 100 istituti di suola superiore di secondo grado per la progettazione e e/o realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro da parte di ItaliaLavoro che darebbe il suo supporto tecnico. Il bando scadrà il 22-12-16.

La dirigente Mantovani chiede, per fare in modo che questi protocolli siglati siano di qualche aiuto per la rete, di comunicare tempestivamente alla rete i riferimenti e i contenuti dei protocolli d’intesa stipulati dall’UST.

 

  1. Problemi aperti:

La dirigente Mantovani chiede all’assemblea la determinazione di alcuni criteri per valutare questa tipologia di proposte. Segue un’ampia discussione, nel corso della quale il prof. De Vincenzi suggerisce di riportare la scuola al centro della definizione di questi percorsi per acquisire competenze e di escludere quelle agenzie che non coinvolgono le scuole. Successivamente viene definito a questo proposito un vademecum di massima a cui gli istituti possono riferirsi:

La dirigente Mantovani propone di riferire tutte le problematiche relative alla certificazione sanitaria presso l’ATS, affinché la stessa possa chiarire i diversi punti e restituire possibili soluzioni.

  1. Legittimazione (o meno) delle proposte di alternanza che provengono da agenzie esterne;
    • escludere le proposte di ASL che prevedono un costo;
    • chiedere la stipula di una convenzione con l’azienda/ente coinvolto;
    • chiedere la definizione di un progetto che riporti almeno il monte ore impegnato, le mansioni svolte successivamente e la compilazione di un registro attività e presenze;
    • concordare con il tutor aziendale un elenco di prestazioni valutabili  dallo stesso.
  2. Obbligo visita medica per studenti in alternanza;
    La dirigente Mantovani propone di riferire tutte le problematiche relative alla certificazione sanitaria presso l’ATS, affinché la stessa possa chiarire i diversi punti e restituire possibili soluzioni.
  3. Formazione specifica studenti in alternanza;
    La prof.ssa Pigatto riferisce dell’esistenza di un Tavolo Sicurezza, composto da Provincia, Camera di Commercio, UST, INAIL, ATS  e le due reti scolastiche presenti sul territorio (la rete delle scuole che promuovono Salute e la rete Alternanza), che da un paio d’anni ha cercato di affrontare il problema sicurezza e per il quale sono stati definiti dei progetti che ora sono stati finanziati da INAIL.

I progetti che riguardano le suole Superiori sono due e prevedono:

  1. Una formazione generale sulla sicurezza di 12 ore per i docenti di tutte le scuole;
  2. Un formazione specifica per il settore meccanico, in quanto settore ad alto rischio.

La prof.ssa Papazzoni dichiara che è allo studio la fattibilità del progetto, in quanto non sono chiari alcuni passaggi dalla definizione sulla carta alla successiva realizzazione.

La dott.ssa Perini interviene dicendo che, ai diversi incontri promossi dalla Camera di Commercio per incontrare le imprese e promuovere il registro delle imprese, è emersa la difficoltà da parte delle piccole aziende di supportare il costo della formazione specifica sulla sicurezza per gli alunni in ASL e che il presidente di Promoimpresa, dott. Zanini, si è impegnato, in questi casi, a supportarne i corsi.

 

  1. Aggiornamento in merito al Bando “La mia alternanza”;

La prof.ssa Pigatto informa l’assemblea che in merito al bando “La mia Alternanza” sono pervenuti al Manzoni 25 filmati; presto si procederà alla nomina della commissione giudicatrice, formata da Papazzoni per l’UST, Magnani per la Provincia e Perini per Promoimpresa.  Il Miur è stato contattato più volte per conoscere quando sarà definita “La giornata nazionale della scuola”, ma non avendo nessuna idea in merito, si è concordato che la premiazione verrà inserita in un evento provinciale significativo per le scuole del territorio cercando di dare un risalto rilevante a questa tipologia di esperienze. La data dell’evento sarà comunicata successivamente.

 

  1. Proposte dell’UST alle scuole della rete.

Le proposte di formazione dell’Ust sono state anticipate al punto quattro in quanto la dott.ssa Papazzoni, per impegni precedenti, non poteva rimanere fino a fine riunione.

La prof.ssa Pigatto saluta i presenti, ringrazia per la partecipazione e comunica che l’accordo sarà inviato al più presto tramite poste certificata.

La seduta è tolta alle ore 16:30.

                                                                   Prof.ssa Mariateresa Pigatto