Gli studenti digitalizzano in 3D il patrimonio del museo